I 9 codici cromatici quantici e i 7 passaggi evolutivi.

I codici cromatici quantici sono dei codici di attivazione, ovvero forme archetipiche delle trasformazioni nel campo magnetico della coscienza. Stimolano quindi, ad un livello invisibile ma magnetico, la trasformazione, il passaggio quantico. Sono codici che si trovano nel piano akashico ed in realtà, potenzialmente, tutti possono accedervi. Di fatto il piano akashico è qualcosa di enorme e racchiude tutte le informazioni universali e le storie del passato, presente e futuro di tutto il creato, creature e creatore. È come un registro universale che racchiude tutte le conoscenze e memorie.

I codici così come li vedete raffigurati non sono gli unici ad esistere ma ce ne sono moltissimi. Questi codici antichissimi vengono utilizzati a questo livello terrestre e ad altri livelli vicini ad esso, soltanto nei passaggi quantici. L’universo è costituito da un flusso energetico in movimento, dove ogni sistema viene influenzato da altri, e viceversa, di modo che possa avvenire uno scambio di informazione e di energia. E’ come una continua salita e discesa a gradini da livello a livello dove il bilanciamento delle dinamiche energetiche diventa coerente ad ogni scala. C’è un flusso nel quale si può scorgere il manifestarsi e il riassorbirsi delle cose in un equilibrio continuo. Quando avviene questo passaggio siamo di fronte a un cambiamento, a un riequilibrio, a una trasformazione. Coloro che non sono coscienti della propria posizione di esseri cosmici, che non sono coscienti di essere parte di un intero, che non conoscono le sue leggi e che non sanno di essere imprescindibilmente collegati e influenzati dalle energie e flussi cosmici, ma che credono di essere individui a se e scollegati dall’intero, tendono a resistere ai cambiamenti e soffrono. Questa sofferenza non è considerata equilibrio per il cosmo perché viene registrata come resistenza ad un flusso naturale al quale l’universo pone rimedio, anche contro il nostro volere. Noi siamo co-creatori di realtà ma ci è concesso stare dentro leggi etiche che possono essere infrante ma per poco tempo.

Il consumismo sfrenato, stili di vita poco etici che tendono alla distruzione del pianeta e dei sui abitanti, lo sfrenato desiderio di controllare le risorse energetiche, la supremazia delle razze sulle altre, la ricchezza per pochi a scapito di una povertà estesa ai più, e molto altro non può durare per molto perché va contro un sistema che è impostato per il benessere: la vita. Dentro l’universo tutto si trasforma, noi vediamo nascere, crescere e morire le cose, ma non è proprio così: si trasformano continuamente. Gli elementi si aggregano e disgregano a cicli, a moti, e quindi nulla nasce o muore, ma si muove e si trasforma esattamente come gli stati dell’acqua che passano da ghiaccio a liquido a vapore. Quando l’acqua liquida passa a vapore non possiamo dire che l’acqua sia morta, diremo che cambia di stato, e se torna a liquida non possiamo dire l’acqua è nata. Gli elementi e le energie si trasformano, così come le nostre coscienze si devono trasformare per non incorrere in sofferenza ad ogni cambiamento. La coscienza è energia magnetica, quindi il cuore dell’uomo e della terra sono allineati. La terra col resto dei pianeti e il sole, il sole con la galassia, e così via. Micro e macro sono parti indivisibili senza fine, e lo stesso vale per materia e spirito.

Gli esseri evoluti sono consapevoli della propria connessione al cosmo e sono venuti sulla terra per aiutare gli esseri umani nei vari passaggi di coscienza, sono in grado di leggere nell’akasha e si predispongono come canali per il passaggio di informazione da plasmare poi sulla terra.

Questo tipo di informazioni arrivano in precisi momenti storici per aiutare gli esseri nel passaggio.
I 9 codici sono forme basiche che all’interno contengono il cuore del codice, ovvero la riprogrammazione delle memorie, credenze e DNA. La loro forza magnetica non necessita l’elaborazione razionale, basta tenerli vicino a noi e osservarli con attenzione per entrare dentro il loro campo energetico. Ogni codice è associato a un colore e a un’informazione, il simbolo è ricoperto da foglie d’oro per proteggere il codice e attivarlo. Questi codici si attivano con l’oro, colore di trasmutazione e purezza.

Hanno una sequenza precisa, l’uno è propedeutico all’altro, e non si può accedere completamente al successivo se non siamo entrati in consapevolezza col precedente. La sequenza va da sinistra verso destra, oppure dal basso all’alto, ed è importante non cambiare la sequenza. Li potete utilizzare tutti insieme e mettere in fila così come descritto.

Si possono usare anche singolarmente secondo il bisogno ma è importante aver lavorato bene nei primi 2 codici altrimenti non si possono realizzare a pieno gli altri. Nonostante questo il loro magnetismo aiuterà, come detto, ad attivare il processo di cambiamento.
Come sappiamo l’universo è Amore, noi siamo Amore, Dio è Amore, e l’amore presuppone libertà di scelta. Non sono codici di imposizione, sono semplicemente uno strumento offerto dal cosmo per chi desidera allinearsi al cambiamento. Accoglili se senti qualcosa o empatia con i codici, ma se non senti che per te hanno un significato o ti disturbano non accettarli.

Lavorare con i codici richiede pazienza e amore in quanto tutti i processi di cambiamento sono graduali ed è opportuno accogliere con compassione ed umiltà il livello in cui si è. Questo è il primo passo per poter operare. Capire in che punto siamo. Sicuramente tutti abbiamo del lavoro da fare con ogni codice, e se è vero che non si può accedere completamente al successivo se non si è completato il precedente codice, è altresì vero e reale che non tutte le persone partono proprio da zero su ogni codice. Tutti, chi più chi meno, hanno già messo mano, nel corso della vita, ad aspetti che riguardano da vicino la nostra vita come le emozioni, la fiducia, la volontà, le prese di posizione, la conoscenza, le paure, le sicurezze, ecc.
Si può lavorare con i codici anche presi singolarmente a seconda del bisogno e qui di seguito li vedi tutti rappresentati. Interagire con loro può essere vissuto anche come un gioco nel quale entrare in interazione e trarre il meglio da questo scambio al fine di migliorare lo stato emotivo e mentale.
Senza imposizione né un rigido approccio, ma bensì lasciarsi guidare dal sentire e dalla propria disposizione. Essere fluidi e calmi agevola molto la connessione da stabilire con i codici.
Qui di seguito li trovi raffigurati con le loro specifiche descrizioni e lasciati guidare da quello che ti chiama di più.

 

Codice 1

Colore rosa
Codice descodificazione e purificazione emozionale.
È un codice di pulizia emozionale.

È il primo passaggio da affrontare. Le emozioni sono reazioni a stimoli esterni o interni per preservare il nostro benessere.

Le emozioni se non accolte con equilibrio, ascoltate e conosciute possono diventare un mare in tempesta e portare l’uomo lontano da se stesso. Le emozioni che viviamo hanno la qualità della nostra coscienza, del nostro carattere e se non gestite rischiano di alterare troppo la percezione della realtà.

Bisogna coltivare il discernimento per poter gestire le nostre emozioni, e anche un sano distacco e porci come spettatori del nostro vissuto interiore per poter comprendere che cosa stia succedendo. Non possiamo vivere senza emozioni perché sono parte di noi e influenzano il nostro stato mentale e fisico. Le emozioni non passano per la logica ma utilizzano il linguaggio del corpo, si muovono all’interno degli organi e dovremmo essere consapevoli dei loro movimenti per poter intervenire e modellare alcune reazioni prima che si cristallizzino nel corpo e nella mente come codici che poi condizionano le nostre scelte, i nostri umori, temperamenti e salute fisica.

Il codice 1 ti invita adesso a iniziare un lavoro serio sulle emozioni per purificare lo specchio del cuore, ed essere in grado di scegliere emozioni che elevano la nostra coscienza. Il mondo delle emozioni è molto vasto ma non tutto il nostro sentire è un disastro, ci saranno emozioni sane e alcune da modificare. Se hai avuto una giornata emozionalmente burrascosa puoi aiutarti col codice 1 a trovare la calma, oppure in momenti di tristezza ti può aiutare a ritrovare entusiasmo. Ti ricordo che l’intenzione proattiva è fondamentale. Siediti in un luogo tranquillo e posiziona il codice davanti a te ed entra in risonanza con lui e apri il tuo cuore con sincerità.
Se hai già un buon grado di consapevolezza delle tue emozioni, e quindi la conoscenza dei passaggi per la loro gestione, puoi entrare nell’introspezione profonda e modificare le energie indesiderate. Semplicemente osservalo per alcuni secondi o minuti e poi chiudi gli occhi, entra nello spazio autentico e di pace e da quel punto trasforma e incanala le emozioni che ti tengono legato e appesantito, in energie che ti liberano. La chiave è porsi come spettatore che osserva il moto interiore, lo accoglie, lo sente.

Se hai alcune difficoltà nella gestione delle emozioni inizia semplicemente ad osservare il codice e poi chiudi gli occhi per qualche minuto. Di nuovo osservalo e lasciati guidare dalla sua energia. Chiudi gli occhi di nuovo e visualizza il colore rosa al centro del tuo cuore che si espande, e dentro visualizza un punto dorato. Afferma dentro di te:

“Io sono la pace infinita”
Ripeti più volte l’operazione.

 

Codice 2 e primo passaggio.

Colore azzurro-viola
È un codice descodificazione di schemi mentali che non servono più, vecchie credenze che includono anche dogmi religiosi. Codice di centratura della luce.

Lavorare sulle emozioni permette di aprire la coscienza ed entrare direttamente in contatto con le nostre credenze o schemi mentali che sono la causa di certe emozioni.
Le credenze sono la base solida della nostra vita emotiva e ci restringono la visione, ci rendono schiavi e impossibilitati ad aprire la mente. Ogni volta che c’è da affrontare un passaggio quantico la mente deve aprirsi a nuove visioni e schemi, ma soffre tanto perché è identificata e attaccata alle proprie credenze, oppure perché è rimasta prigioniera di energia cristallizzata in forma di danni emotivi. Il codice 1 e 2 sono il lavoro che è richiesto adesso all’umanità per allinearsi col cambiamento altrimenti la nostra sofferenza intralcerà il naturale andamento del flusso cosmico e la Natura sarà costretta ad agire più bruscamente. È richiesto abbandono al flusso cosmico e un depotenziamento degli schemi mentali per entrare in contatto col sentire del cuore. Il campo toroidale del cuore è un campo magnetico molto più forte del cervello ed è il momento di passare a questa conoscenza.

Nel codice 2 la mente si deve disporre come una piramide e in meditazione, attraverso il pensiero, portare tutte le credenze e schemi mentali al suo vertice, alla punta della piramide. Non ci deve essere supremazia di uno schema sull’altro, tutto deve essere portato su uno stesso piano, un punto 0, e offerto sul piatto dell’abbandono mentale al cosmo.

I vecchi schemi e credenze riuniti sulla punta della mente, verranno illuminati, purificati e quindi trasformati in energia nuova da utilizzare in altro modo, e saremo pronti per accedere all’utilizzo quindi di una nuova intelligenza. Il sentire del campo toroidale del Cuore centrale. È una nuova dimensione, un nuovo modo per l’uomo di percepire il mondo, dove tutti gli archetipi di pensiero che sono stati alla base del vissuto del vecchio mondo, fino a oggi conosciuto, non esistono più.

Si entra nel sentire profondo, si conoscono le cose attraverso l’intelligenza del cuore e non della mente razionale, si entra in nuove percezioni. Si sposta l’interesse della conoscenza di una cosa da fisica-chimica a più essenziale. Fino a oggi per conoscere una cosa eravamo convinti di portare l’oggetto in laboratorio, tagliare e vedere al microscopio alcune piccole parti, credendole separate l’una dall’altra. Questo tipo di approccio non servirà più anche perché non permette di conoscere realmente l’oggetto. Lo conosce in parte ma non nella sua interezza. Lavorare col codice 2 è di fondamentale importanza in questo momento perché tutti devono affrontare il passaggio. Il codice 2 ci parla anche dei dogmi religiosi e delle gerarchie. Anche questo tipo di conoscenza non è più utile. Parla delle religioni e anche di alcuni pensieri filosofici che non si ritengono religiosi, ma lo sono.
Tutto deve essere portato al punto zero, alla punta della piramide per poter illuminare e purificare la mente e scendere nel Cuore.

Semplicemente osserva il codice 2, armarti di tanta sincerità, fede e fiducia per abbandonare tutti i vecchi schemi che ti separano dagli altri, abbandona tutti quei pensieri e convinzioni che separano gli esseri umani tra loro e tra creature, creato e creatore invece di unirli. Bisogna depotenziare il potere e la supremazia che dirigiamo sui contenuti, che separano, e potenziare il sentire del Cuore, intelligenza che unisce oltre i contenuti.

Se ci sono dei pensieri fissi o schemi mentali rigidi che non ti lasciano vedere l’evento da un’altra prospettiva il codice 2 ti aiuterà attraverso la meditazione sopra citata.
Il codice 2 è il passaggio cruciale e il desiderio di farlo deve scorrere libero in piena autorevolezza. Non sentirti obbligato.

 

Codice 3 e secondo passaggio.

Colore arancione.

Il codice 3 è un elevatore quantico e si attiva automaticamente e gradualmente in base al processo di purificazione delle credenze.

La mente per essere innalzata deve essere in pace e vuota di qualsiasi credenza egoica che non permette elevarsi a piani di consapevolezza ulteriori.

L’intelligenza del Cuore centrale è perfettamente allineata con l’intelligenza cosmica e quindi saprà sentire il bene e la giustizia che tende al bene di tutti gli esseri. Le azioni saranno dirette da questa intelligenza. Lasciati innalzare dalla leggerezza del codice 3. In momenti di pesantezza, quando ti senti schiacciato a terra dopo una giornata impegnativa in mezzo a tante energie, o in città nella folla, medita col codice 3 e lasciati avvolgere dal colore arancione e dorato. Immaginati seduto sulla piattaforma dorata e lasciati innalzare e rinnovare le energie. Si può abbinare questa visualizzazione anche alla recitazione di mantra.

Già da questo codice si consiglia eventualmente di rivedere il lavoro sui precedenti 2 codici per vivere a pieno quello che antecede.

 

Codice 4 e terzo passaggio.

Colore blu.

Il codice 4 rivela la conoscenza dei tre piani di esistenza: fisico-mentale-spirituale.

A questo punto hai accesso, gradualmente, alla conoscenza più sottile. Inizi a comprendere dove ti trovi e chi sei. Un essere di natura spirituale che sta facendo esperienza attraverso gli apparati materiali al fine di conoscere te stesso, allinearti, ed entrare sempre più chiaramente in connessione con la Fonte Divina. In questo codice le tue meditazioni saranno più chiare, e ti collegherai ai tuoi maestri ascesi e agli esseri che operano sulle strutture energetiche del pianeta, ma anche al tuo interiore profondo, inizierai a riconoscere il tuo potere divino e cosmico. Questo codice ti può aiutare a tenere la mente ricettiva nello studio di testi sacri, metafisici, spirituali. Usalo quando studi o quando fai le tue meditazioni, tienilo vicino a te. Conoscerai di più le funzioni della mente e del fisico, inizierai a comprendere di più il loro funzionamento, la loro finalità e a prenderti cura come se fosse il tuo tempio, che in realtà lo sono sempre stati ma ne divieni consapevole. Allo stesso tempo conoscerai ciò che ti resta da purificare, sicuramente il lavoro sull’ego è ancora aperto ma già a buon punto. In questo ti aiuterà il codice 5.

 

Codice 5 e quarto passaggio.

Colore verde acqua.

È un codice di espansione della coscienza
Qui si entra nella purificazione profonda dell’ego.

Un ego che non ti lascia percepire a pieno la tua posizione di essere spirituale allineato all’amore cosmico. La coscienza qui si espande e trova la sua via attraverso la dualità rendendola sempre più minuscola. Le linee nette che separano si fanno sempre più sottili fino a scomparire. Qui si entra nella visione dell’Uno, dell’amore cosmico come espressione di ogni cosa e in ogni cosa, in ogni essere, in ogni atomo. Essere a pieno nel codice 5 significa piegare l’ego alla Volontà della Fonte Divina Madre/Padre.

Se trovi degli ostacoli nel codice 5, l’espansione della coscienza, vai a rivedere bene le emozioni, gli schemi mentali, e acquisire più conoscenza col codice 4.

Medita con questo codice visualizzando dal terzo occhio l’espansione della tua luce che contiene ogni cosa ed è contenuta dal cosmo o Dio. Sentiti Uno con Lui.

 

Codice 6 e 7 e quinto passaggio.

Colore giallo e verde smeraldo.

Sono due codici che vanno insieme, sono posizionati sullo stesso piano. Se messi infila precede il codice 6 al 7: codice attivatore volontà e di forza.

Quando pieghiamo l’ego falso e autoritario alla Volontà della Fonte Divina Madre/Padre entriamo in contatto con la Volontà archetipica e cosmica che è in noi. La volontà è l’energia che permette il movimento e la dinamicità. Questa è una volontà libera dai condizionamenti, una volontà che vibra nella verità ed è strettamente legata al codice 7, la forza.

Forza e volontà allineate all’intelligenza del cuore, ovvero utilizzate attraverso quella centratura e non per sottomettere l’altro, per esempio, sono le due qualità necessarie per essere stabili e sconfiggere le ultime impurità sottili della mente: il dubbio e la paura.

Quando ti senti privo di volontà puoi meditare col codice 6 entrando in risonanza col colore giallo. Collegati al tuo centro di potere, il plesso solare, ed lasciati alimentare dal codice. Lo stesso vale per la forza interiore, assorbiti nel colore verde e la forza del cuore. Questi due codici sono perfetti nelle situazioni in cui dici: no non ce la faccio, è più forte di me.

In questo caso è da rivedere anche il codice 1 perché ci sono delle paure-resistenze inconsce.

Per lavorare con i codici è indispensabile orientare la nostra intenzione e motivazione costantemente. Se ti senti debole o senti di non riuscire a entrare bene nel lavoro dei codici 1,2,4,5 e 8, puoi aiutarti con i codici 6 e 7. Semplicemente posizionali ai due lati del codice in questione che stai utilizzando, e richiama in te forza e volontà. Sono codici di potenziamento che si possono usare insieme agli altri o singolarmente.

 


Codice 8 e sesto passaggio.

Colore nero.

Rappresenta l’enigma, l’ignoto, l’inconoscibile, l’irraggiungibile.

Codice per affrontare, superare, no mente, rottura inconscio.

La mente tende a voler conoscere, ordinare e contestualizzare per preservare un certa incolumità e equilibrio perché ciò che non conosce le fa paura, ciò che non riesce a incastrare nei suoi codici di riferimento le fa paura. Esiste tuttavia un livello che non è accessibile alla mente, ma lo si può intuire e percepirne l’esistenza attraverso il cuore. Questa ultima percezione è inconoscibile per la mente e fa paura. Qui siamo al famoso salto nel vuoto, che poi vuoto non è. Qui dobbiamo mettere alla prova tutti i nostri strumenti che abbiamo sviluppato durante i passaggi dei codici.

Quando sei davanti all’ultima paura, rifugiati nel Cuore e nell’abbandono cosmico, attiva sentimenti di Amore cosmico e salta con un sorriso verso la Fonte. Prendi quella paura per poggiare il tuo piede e saltare nel codice 9.

Quando temi qualcosa, sia all’esterno di te che all’interno, come una sensazione strana, la sensazione di incertezza, di buio, di ignoto, medita sul codice 8 e prova ad attivare l’intelligenza del cuore che può accogliere l’ignoto come parte dell’esperienza che non necessita essere processata dalla razionalità. Se riesci ad entrare con consapevolezza nel campo toroidale del cuore, ci sei e lo senti, l’ignoto, la paura, il codice 8 verrà assorbito completamente dal tuo campo magnetico. Quando sei nel Cuore Divino sei con il Tutto e la tua coscienza non percepisce più le mancanze o i frammenti, ma solo pienezza. Adesso sei nel codice 9, nella pace, puoi vedere tutto da un punto più ampio.

Ti ricordo che il lavoro sul codice 1 e 2 è indispensabili perché se ancora ci sono resistenze al livello di false credenze ed emozioni non ben elaborate, con i connessi bisogni insoddisfatti e non conosciuti, è possibile che il salto sia difficoltoso

 

Codice 9 e settimo passaggio.

Colore bianco.
Codice di pace e trascendenza. Ben arrivato con successo in questo codice. I graduali successi meritati conseguiti in ogni codice ti hanno portato fina qua. Pace, calma, discernimento, compressione, stabilità della mente, pienezza, gioia e Amore.

Tutto è riassorbito in un unico punto di pace suprema, contenitrice di ogni cosa. Matrice originale. Siamo completamente nell’essenza del Sé con tutti i suoi attributi, e al termine di un ciclo di esperienza. Il percorso è stato lungo, con discese e salite che non ti hanno, a volte, fatto respirare, ma grazie al tuo coraggio ce l’hai fatta. Coraggio di affrontare, di metterti in gioco, di accogliere e ascoltare, ti hanno permesso la trasformazione, la purificazione delle maschere della personalità che hai creato per difenderti o per curare le tue ferite. Sei andato oltre, ti sei liberato anche di loro e hai compreso il tuo vissuto da una coscienza più elevata, più integrata, collegando gli eventi e riscoprendoti essere spirituale alla prese con l’esperienza umana ed emotiva. Hai creato la tua vita secondo i tuoi schemi scelti o indotti a volte, hai raggiunto il successo e a volte l’insuccesso, la vita ti ha dondolato con la sua dualità, polarità, facendoti provare gioie e dolori ma che hai superato grazie alla volontà di conoscerti come essere spirituale connesso al Creato, Creature ed infine a Dio, l’energia matrice di Amore che tutto sostiene. Tu sei perfetto e autentico nella tua essenza primordiale, chissà a volte dimenticata quando eri alle prese con l’esperienza del mondo. Quel mondo ti è servito per ritrovarti e questo infine è quello che conta. Ben tornato a casa e nell’Amore Infinito Divino.

Quello che stiamo vivendo è un momento davvero unico, i codici cromatici sono discesi come un regalo per me e per tutti coloro che li accolgono. Lavorando con i codici vi renderete conto che non siete soli.

Attivate con gioia le trasformazioni e allineatevi alle energie cosmiche, sintonizzatevi su frequenze alte e benefiche: l’amore cosmico. Di fatto il codice 1 contiene in se tutti i passaggi perché il sentimento di amore cosmico, oltre a essere il re di tutte le emozioni è anche l’essenza del punto dorato nel codice 9 che contiene in sé ogni cosa. Osservateli bene, sono sicura che ogni codice vi svelerà dei significati profondi, e mi auguro vi siano utili in questo processo graduale di trasformazione.

Con umiltà e coraggio di essere ciò che sono sulla terra.

Con la sicurezza e volontà di manifestare i doni che discendono attraverso il mio canale.

Offro questo lavoro sui codici cromatici alla Mente Universale e alle mie Guide non terrene e terrene che mi hanno aiutata nella manifestazione e indicato la via per farlo, fornendomi intuizione e informazioni.
Om Shanti!

Per chi desidera avere le foto dei codici o ulteriori informazioni mi scriva a radharajani@hotmail.it

Pin It on Pinterest

Share This