Un dono prezioso si nasconde in ogni cosa, in ogni evento, poiché è l’intervento dell’Universo teso a mostrarci l’Essenza di un sentire profondo, che dà un senso all’esperienza. In fine ciò che preme a tutti, e il motivo per cui siamo al mondo, è fare esperienza, di cui l’Amore puro è la punta di diamante.

L’esperienza di un Universo che appare all’esterno di noi è ciò che veramente ci muove, ci fa cercare, ci fa trovare. Quel che si trova, in ogni circostanza, che sia da bere un caffè al bar, allo scoprire il sarcofago nascosto, o un viaggio su Marte, è l’emozione, il sentire, ciò che muove.

Che cosa ci muove quell’esperienza? Ogni essere, consapevole o meno, ricerca incessantemente l’emozione, l’esperienza che colora l’attimo presente. La percezione del tempo che scorre, è il motivo del nostro movimento, della nostra fretta, e della ricerca costante di un sentire, di un emozione, un piacere. Sii presente a te stesso, alle tue emozioni, accogli ciò che senti, conoscile.

Secondo la visione spirituale, ed io sento che è così, l’essere è eterno, pieno di beatitudine, ed è consapevole, è il percettore, e quindi consapevole perché percepisce. Sempre secondo la visione spirituale, ed io sento che è così e ne ho memoria, esistono infiniti livelli e dimensioni ove fare esperienza del sentire, nell’ampio spettro dei sentire che colorano il momento presente.

Questa è una dimensione duale, dove l’esperienza è fatta nei meandri di energie grossolane, energie pensiero cristallizzate nei 5 elementi. Esperienze intense, pungenti, passionali, travolgenti, spassionate, macabre e la lista non ha quasi fine, per l’essere umano che abita il pianeta terra.

Sappi che tutto quello che puoi percepire, che ti è dato in virtù della coscienza che tu sei, è un dono, un messaggio e ha un significato. Nel sentire dell’esperienza, che può essere gioia o dolore, esiste un messaggio e un significato che ti mostra la via, ti mostra l’unione con l’universo e con tutto il creato, creature e creatore.

Se vai di fretta non lo puoi gustare, ma se ti fermi un attimo e osservi, ascolti, lo puoi scoprire.

In un momento così sorprendente per noi, nati nelle terre del benessere economico materiale, senza giudicare se è bene o male, chi ha provocato cosa o non, sono le forze oscure o della luce, ciò che è certo, è che ogni esperienza porta un dono. Chissà l’universo ha scelto proprio te per darti il suo messaggio di misericordia. No, non parla il tuo linguaggio e neanche ragiona in termini di bene o di male, ti sta donando una grande opportunità. Ti ferma per darti l’opportunità di interrogarti, di fare il punto della situazione della tua vita, della tua esperienza. Mai vuole l’universo che tu ti perda correndo, tanto lontano. E’ un gioco di equilibri e di energie che si muovono, si avvicinano e si allontanano, ma non più che tanto e non meno che tanto, al fine di condurre il gioco dentro un disegno prestabilito al quale abbiamo aderito molto tempo fa. Noi abbiamo scelto di essere qui in questo momento storico, ognuno ha scelto il suo preciso posto, e ci è data l’opportunità di partecipare in modo costruttivo o distruttivo. Più facciamo esperienza delle nostre scelte e posizioni prese e più abbiamo l’occasione di evolvere, trasformarci, percorrendo questo viaggio in strutture della materia sempre più sofisticate e armoniose. Si entra e si esce di scena, così è questo gioco al quale abbiamo aderito, perciò non abbi paura né di nascere né di morire, ovvero di entrare ed uscire dalle strutture della materia. Più ne sei consapevole e più sarai cosciente dei passaggi e conserverai in te le memorie. Questo è il risveglio, essere consapevoli delle leggi implicite che governano il gioco a cui abbiamo aderito. E quindi, nel “conosci te stesso” c’è la chiave.

La materia, instabile e di durata variabile, prende vita in virtù tua che la attivi con la tua presenza in essa, si mantiene e declina, con dei programmi meravigliosi, inconcepibili, di cui l’uomo conosce praticamente quasi nulla. Sono gli stessi programmi per tutte le strutture esistenti, macro e micro entrano l’uno nell’altro senza fine.
Conosci te stesso e conoscerai ogni cosa.

Adesso vogliamo sapere da dove è venuto questo virus, chi lo ha creato, se è un complotto, se una guerra chimica, se è stato Lucifero e le forze del male, se invece la benedizione della Madonna o dei fratelli della federazione intergalattica, o un esperimento scappato a laboratorio e chi eventualmente dovremmo denunciare. Questa vicenda terrena prenderà il suo corso come da programma, ma non sapremo mai la verità dei suoi intrecci forse, ma possiamo accedere ad una verità più essenziale e utile, che questa esperienza ci dona.

È un’opportunità per tutti.

Sempre dovremmo essere vigili e svegli perché in questa dimensione tutto può succedere in un attimo, nulla è scontato, nulla è stabile come vorremmo proprio perché tutto è in continuo movimento e trasformazione. Dovremmo essere sempre più coscienti che i corpi che abitiamo sono temporanei e possono disgregarsi in qualsiasi momento per qualsiasi causa, indotta da terzi di qualsiasi entità, da eventi atmosferici o catastrofi, o modificazioni psichiche, come pazzia, che inducono l’essere all’autodistruzione.

E’ istintivo e del tutto naturale preservare la vita dentro le strutture della materia, ma non possiamo avere il controllo assoluto degli eventi, possiamo uscirne arricchiti e trasformati solo se entriamo nella consapevolezza che questo gioco cosmico ha un significato e una tensione all’evoluzione della coscienza e dell’esperienza. Quello che conta è come viviamo in questo segmento di vita che ci è concesso. Perché la realtà che viviamo è una manifestazione delle nostre motivazioni e azioni.

Questa è una opportunità per contribuire attivamente e in modo costruttivo, rivalutare i nostri vissuti, cosa vogliamo cambiare di noi, cosa vogliamo preservare e se ciò è veramente sano. Parte del mondo si sta fermando, e le forze pensiero, all’unisono stanno sprigionando un energia comune. Non importa, nel momento presente, se è un pensiero di paura o felicità, il punto è un altro. Ogni persona si sta chiedendo che sarà del futuro, ma soprattutto del presente, della propria vita. Molte persone stanno sperimentando emozioni di paura, di incertezza, di instabilità, di mancanza materiale, emozioni forti per paura di perdere i loro cari o la loro stessa condizione, e non sta succedendo solo in Italia o in Cina, ma in tutto il mondo, non si parla di altro. Tutti pronti a chiudere bottega, di fronte a un essere invisibile che scombina la zona di confort e di illusione nella quale viviamo.

Questa energia che si sta sprigionando all’unisono in unica forma pensiero è un portale quantico importante per tutti gli esseri incarnati ma anche per coloro che sono in dimensioni più sottili, come i defunti che non hanno progredito e sono vicino alla terra, ma non in strutture cristallizzate, me bensì sottili.

Sta passando un bus, un’opportunità che andrebbe colta. Stare a casa e fermare tutto è una grande benedizione perché ci permette di guardarci dentro, uscire da forme pensiero reattive e coatte, che vedono la vita fatta di poche possibilità. Dobbiamo ampliare la visione ed entrare in contatto con riserve di potere, volontà e creatività per poter risorgere diversi, con più possibilità etiche, sostenibili per il pianeta e i suoi abitanti. Fate la vostra parte, “state a casa”, la scusa è il virus, ma c’è molto di più, non perdete questa possibilità perché in qualche settimana torneremo alle nostre vite, oppure a qualche cambiamento economico, non si sa.

E’ assolutamente un momento per entrare in contatto con te stesso. Non hai mai tempo di nulla e ti lamenti, adesso hai tempo e ti lamenti perché non sai che fare in casa. C’è qualcosa che non va. Bisogna resettare le vecchie credenze che ci hanno ristretto la visuale. Guardate cari, che l’universo è enorme e infinito, come le possibilità che noi abbiamo di scegliere di vivere. Non perdete questa opportunità, non vi reprimete ma cercate nuove soluzioni, rilanciatevi in modo più luminoso. Non guardate alle mancanze ma ha ciò che avete, non guardate al male oscuro ma alla luce che è in voi e nel Sole Centrale. Oltre la dualità tu brilli di luce propria.

Io spero davvero che tutto questo porti le persone ad una introspezione che mai avevano fatto prima e che colgano questa opportunità per fare uno spostamento di coscienza, verso la consapevolezza, dell’unione e dell’amore cosmico.
Ma la cosa che più urge in questo passaggio è diventare consapevoli che siamo esseri eterni, beati e consapevoli che facciamo esperienza attraverso le emozioni e il sentire profondo di una dimensione individuale, collettiva e cosmica. Tu puoi trasformare la visione con la quale vedi il tuo piccolo mondo e puoi insegnare agli altri a farlo. Perché in realtà il mondo non è che il riflesso della modalità mentale che è in atto a livello individuale e collettivo. Se cambi il modo in cui guardi il mondo, lui cambia.

Che sia pace e amore per tutti gli esseri: Loka samastha sukino bhavantu!

Pin It on Pinterest

Share This